Quali sono i possibili effetti collaterali dei vari farmaci bersaglio?

Non è detto che gli effetti collaterali si manifestino e, in alcune persone, sono pochi e di scarsa entità. L’entità varia molto da una persona all’altra così come anche la loro durata ed il tempo di risoluzione. È importante parlarne con il proprio oncologo di riferimento, che valuterà se adottare misure per contrastarli e se modificare la terapia.

I principali effetti collaterali sono:

–    tossicità ematologica (anemia, leucopenia, piastrinopenia)

–    stanchezza (o astenia, debolezza)

–    diarrea

–    tossicità cutanea (secchezza della cute, prurito, rash cutaneo, tossicità ungueale,           reazione cutanea mano-piede, decolorazione)

–    alterazioni dell’elettrocardiogramma (ECG)

–    alterazioni endocrinologiche

–    inappetenza (diminuzione dell’appetito)

–    nausea/vomito

–    ipertensione arteriosa